Colleen Atwood reinventa i personaggi tradizionali della nostra infanzia

Quando le diverse epoche del passato sono un’inesauribile fonte d’ispirazione per i nostri film attuali

La commedia musicale “Into The Woods”, diretta da Rob Marshall, è stata molto apprezzata non solo per la sua originale trama, che mette insieme diversi personaggi delle fiabe tradizionali, ma anche per i suoi costumi realizzati da Colleen Atwood.

La storia ruota attorno alle vicende di alcuni personaggi, che vivono in un villaggio. Tra quelli principali ci sono: una coppia di panettieri (Emily Blunt e James Corden), Cenerentola (Anna Kendrick), Il Principe di Cenerentola (Chris Pine), Rapunzel (MacKenzie Mauzy), Il Principe di Rapunzel (Billy Magnussen), Jack (Daniel Huttlestone) e la Strega (Meryl Streep).

Numerose sono le epoche alle quali la costumista si è ispirata, andando dal Medioevo, fino ad arrivare agli anni ’50 del Novecento.

Iniziando da Rapunzel, i suoi costumi hanno influenze medievali. Il colore rosa pallido del suo abito insieme allo strato verde di chiffon, rispecchiano la sua ingenuità. In più, il suo abito è molto lungo, fino ad arrivare al pavimento, non ha una struttura ben definita e, il corpetto di estende fino alla gonna.

Rapunzel

Spostando l’attenzione su Cenerentola, la sua estetica si rifà molto al 1700, soprattutto per le frivolezze e per gli eccessi che hanno contraddistinto questo periodo storico. In tutto il personaggio ha due abiti. Il primo, quello da serva, è costituito da una camicia bianca con delle maniche a tre quarti arricchite da volant, e dalla gonna realizzata con un tessuto povero. Quando va alla festa da ballo, il suo abito cambia leggermente, ciò significa che non riesce a staccarsi del tutto dalle sue origini, infatti, è più che altro il colore che cambia. Il corsetto, come la gonna, diventa dorato, le maniche si accorciano fino alle spalle e, la scollatura diventa molto ampia.

Cenerentola

Il 1800 viene considerato per creare gli abiti dei coniugi Baker. Anche la moglie del panettiere (Emily Blunt), come Cenerentola, indossa due abiti nel corso del film. Il suo primo look è composto da una semplice camicia bianca e da un grembiule grigio. Per il resto del film, invece indossa un corpetto ed una gonna, che sembrano realizzati in casa, per via delle lavorazioni fatte in patchwork. I suoi outfit, rispetto a quelli degli altri sono poco fiabeschi, questo per sottolineare la sua estraneità al mondo delle favole, e il legame con la vita quotidiana.

La moglie del fornaio

La strega, interpretata da Meryl Streep, ha degli elementi del periodo gotico. Inizialmente, quando appare brutta e vecchia, il suo abito è un ammasso di stoffa nero, per poi trasformarsi in una bellissima donna glamour che indossa un abito nero e verde acqua. Le maniche di entrambi i costumi sono molto ampie e hanno una silhouette a forma di S. Gelosa della sua terra, questo legame viene ripreso anche negli abiti. Infatti, il tessuto del suo primo costume richiama la corteccia di un albero, mentre, quello del secondo, richiamano delle piante e dei rami.

La Strega

Il costume di Cappuccetto rosso, è quello tipico di una bambina innocente nel pieno della sua infanzia. Il suo abito è blu con delle maniche a sbuffo, completato dal classico mantello rosso, legato al collo con un fiocco dello stesso colore. Il suo look si potrebbe considerare quello più vicino ai nostri tempi, poiché ricorda vagamente quello degli annunci pubblicitari degli anni ’50.

Cappuccetto Rosso

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...