L’italiana Miuccia Prada e Catherine Martin per “The Great Gatsby”

Una collaborazione da Premio Oscar

Il design italiano, rappresentato da Miuccia Prada, si incontra con il gusto d’oltreoceano, rappresentato dalla costumista Catherine Martin per definire lo scenario scintillante dei ruggenti anni ’20, immortalato nel film “The Great Gatsby”, diretto da Baz Luhrmann.

Per l’occasione è stata realizzata dalla casa di moda milanese una collezione su misura di oltre 40 abiti da cocktail e da sera esclusivi, ispirati ai look da sfilata più significativi degli ultimi 20 anni.

Daisy con un abito firmato Prada

Miuccia Prada ha aiutato la costumista pluripremiata a rappresentare i look delle scene visivamente più stravaganti del film. I pezzi disegnati da Prada riflettono la grandezza e la magnificenza della villa da sogno di Gatsby, arricchendo la seta degli abiti con cristalli, paillettes, velluti, pellicce e frange. La maggior parte dei pezzi scelti sono soprattutto in toni da gioiello, smeraldo, giada e topazi, ripresi da collezioni passate e riadattati per sembrare più verosimilmente d’epoca.

E’ di Prada anche il vestito indossato dall’amata di Jay Gatsby (Leonardo di Caprio), Daisy Buchanan (Carey Mulligan), durante una festa: un abito da sera dorato e impreziosito dai cristalli che esalta il glamour della moda americana di Long Island degli anni ’20.

Daisy in una scena del film

I costumi degli altri personaggi sono stati, invece, ideati interamente da Catherine Martin, che a proposito del suo lavoro ha fatto una dichiarazione che racchiude il senso di responsabilità che si avverte quando si lavora con una grande icona della moda, nonostante i numerosi riconoscimenti: “Le chiamavamo le Prada girls, che formavano la punta più alta dello stile delle riprese delle comparse – e poi ho dovuto cercare di raggiungere quello stesso livello per le altre quindici persone che erano in scena”.

Gli schizzi degli abiti realizzati per il film da Miuccia Prada e Catherine Martin

Gli abiti dei protagonisti maschili sono stati realizzati in collaborazione con Brooks Brothers, creati sulla base di modelli anni ‘20 e poi replicati. La collaborazione con Brooks Brothers ha permesso a Martin di mantenere una certa uniformità di stile negli abiti maschili; se normalmente per i film d’epoca si ricreano magari 10-15 abiti per i protagonisti, il resto viene raccattato a noleggio influendo sulla vestibilità e sull’immagine. In questo caso Martin ha disegnato circa sei o sette modelli, adattati successivamente in stili diversi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...