Velvet Goldmine e il Glam interpretato da Sandy Powell

I patinati anni ’70: inizio e fine di un periodo ricco di numerose rivoluzioni culturali

Velvet Goldmine è un film che ci permette di immaginare in maniera vivida la scena Glam dei primi e ultimi anni ’70, soprattutto grazie ai costumi realizzati da Sandy Powell.

Il giornalista Arthur (Christian Bale), giornalista di New York ma originario della Gran Bretagna, viene incaricato per svolgere una ricerca su Brian Slade (Jonathan Rhys Meyers), cantante Glam Rock scomparso dalle scene dieci anni prima. Essendo inglese, il protagonista, rivivendo la sua storia, e incontrando i personaggi che hanno fatto parte della vita del cantante, ricostruisce la vita di Brian Slade, ambientata nella Swinging London.

Secondo le ipotesi della stampa Brian Slade non è in realtà morto, ma ha soltanto messo in scena la sua morte scoprendo, alla fine del film, che tutto è stato pensato per dare vita ad un nuovo personaggio, chiamato Tommy Stone. Diversi aspetti del personaggio confermano che il personaggio è stato totalmente ispirato a David Bowie. L’intenzione era quella di realizzare una sorta di biografia dell’artista, durante il suo periodo glam, raccontando una vita fatta di eccessi e di rivoluzioni estetiche, ma secondo David Bowie è un film che distorce decisamente la realtà, probabilmente catturando lo spirito di quel tempo, ma, rimanendo, però, in superficie.

Brian Slade durante un’esibizione

Per il personaggio di Brian, la costumista Sandy Powell, ha analizzato i singoli outfit di David Bowie, dal 1968 al 1974. Per realizzare i costumi ha personalizzato lo stile di David Bowie, aggiungendo un tocco barocco, sia perché la costumista non è un’amante dello stile sci-fi, da cui sicuramente avrebbe trovato ampia ispirazione, e sia perché il personaggio secondo lei doveva ricordare David Bowie, ma non doveva esserne la copia.

Inizialmente il look di Brian è un miscuglio di colori vivaci e accesi, che indossa non solo sulla scena, ma anche nella vita quotidiana. I look sono molto vistosi, spesso troviamo delle giacche con inserti colorati, o completi gessati, riprendendo i look dei Mod, per poi arrivare trasformare il suo personaggio in una sorta di alieno. È in questo momento che Brian inizia ad indossare i materiali in voga negli anni ’70, come lurex ed tessuti spalmati aderentissimi.

La moglie di Brian Slade, Mandy (Toni Collette), rappresenta la decadenza del periodo Glam Rock. Infatti all’inizio degli anni ’70 era una grande sostenitrice del suo compagno, arrivando a vestirsi come lui, ma al momento della separazione, causata soprattutto dalla fama raggiunta da Brian, lei ritorna ad essere una donna dalla personalità anonima.

Un altro personaggio importante che incontriamo durante il film è Curt Wild (Ewan McGregor), che secondo diverse opinioni è un incrocio tra Lou Reed e Iggy Pop. Il personaggio, è stato sottoposto a trattamenti di elettroshock, come Lou Reed, ed assume atteggiamenti sul palco tipici di Iggy Pop.

Curt Wild in una scena del film

A differenza di Brian Slade, Curt assume, sia nella vita privata che artistica, uno stile meno artificiale, forse un po’ più rock, condividendo soltanto gli eccessi del consumo di droga.

Probabilmente per coloro che conoscono poco il mondo dei primi anni ’70, è un buon modo per farsi un’idea generale, ma nel film vengono trattati in maniera superficiale temi come la bisessualità, concentrandosi principalmente sulla fame di notorietà del protagonista, aspetto sicuramente reale ma non abbastanza esaustivo per descrivere il messaggio che David Bowie e, gli altri artisti glam volevano trasmettere in quel periodo.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...